Serramento MINIMAL MODERNO per le nuove costruzioni

Il primo passo per sapere se il serramento minimal moderno può fare per voi è capire cosa vi piace e qual è lo stile dominante della vostra casa. Solitamente, in presenza di un edificio moderno ex novo, la scelta del progettista ricade sulla tipologia di finestra che sottolinei ed esalti maggiormente l’essenzialità dell’architettura.

Si predilige quindi il serramento dall’impatto estetico più lineare, col telaio più sottile possibile: una presenza dal carattere grafico che non occupi spazio visivo e lasci pieno campo alla vetrata per il miglior apporto di luce solare possibile.

Villa Ostuni, vista della porta finestra retrolaccata nera della camera da letto

> In Villa Ostuni, la vista esterna della porta finestra, realizzata con vetro strutturale, si presenta senza interruzioni: il serramento “scompare” dando risalto all’apertura e al paramento murario utilizzato.

Ultimi trend del settore interni

A inizio anno la design week milanese ha dettato alcune tendenze nel campo dell’arredo che val la pena conoscere se si ha in programma un cambio di serramenti.

  • Gli open space continuano ad attrarre tutti quelli che non vogliono rinunciare alla flessibilità di spazi e funzioni. Un ambiente aperto e versatile è infatti il sistema che si adatta alla maggior parte delle situazioni e concede un largo margine alla fantasia di architetti e designer. La tipologia di serramento preferita è l’alzante scorrevole: le vetrate apribili scorrono su binari bassi o guide incassate, permettendo di coprire ampie luci col minor ingombro dell’anta. Il profilo minimal del telaio dello Skyline Sliding, con solo 37 mm di spessore visibile, si abbina perfettamente sia agli interni più rigorosi e sobri, sia a quelli più eclettici.

Villa Costa Smeralda, vista interno open space con alzante scorrevole Skyline Sliding

> In Villa Costa Smeralda, gli alzanti scorrevoli Skyline aprono l’open space verso la splendida costa sarda di Golfo Aranci.

  • Tornano i colori scuri per gli arredi: le tonalità profonde donano un’estetica sofisticata e decisa a tutte le componenti, sia mobili che fisse. Le texture più in voga sono le venature lignee, le variegature dei materiali marmorei e i finish metallici sui toni dell’oro, dell’argento e del bronzo, che conferiscono ai prodotti un carattere elegante e lussuoso. Per le pareti, le pavimentazioni, i serramenti e tutti gli elementi destinati a durare nel tempo, invece, si preferiscono le nuance più neutre come il bianco o l’avorio.

Villa Verona, vista della zona giorno

> In Villa Verona, il concetto di monocromia è portato all’estremo: il colore bianco riservato a pareti, pavimento e serramenti, crea un contrasto deciso con l’arredo total black della zona giorno.

  • Il gusto per l’arredo nordico confluisce nel più ampio trend dell’eco-sostenibilità: acquista valore estetico e sociale tutto ciò che è naturale, artigianale e realizzato su misura, nell’ottica della nuova mentalità che esige dal mercato un prodotto di qualità che duri nel tempo, che si possa riciclare e/o col minimo impatto ambientale possibile. Il complemento personalizzabile e creato ad hoc in base alle esigenze del cliente è più che mai attuale; alle decorazioni di un tempo si prediligono linee semplici e minimal, mixate ad elementi vintage di gusto retro o industrial.

Alzante scorrevole della cucina di Villa Desenzano

> In Villa Desenzano, l’alzante scorrevole Skyline Sliding si abbina perfettamente al colore delle murature grazie alla finitura laccata a campione.